L’energia del vento: l’eolico

L’energia cinetica posseduta dal vento viene trasformata da un aerogeneratore in energia meccanica, la quale a sua volta viene utilizzata per la produzione di energia elettrica.

La produzione di energia dal vento non dà luogo ad alcuna emissione in atmosfera.

Gli ultimi dati Terna mostrano che l’eolico in Italia ha prodotto poco meno di 15 TWh nel 2014, una crescita dell’1% sul 2013. Cifra corrispondente al 5,6% della produzione elettrica nazionale e al 4,8% della domanda elettrica.

Nel territorio della provincia di Benevento lo sfruttamento della fonte eolica risulta particolarmente accentuato. Allo stato attuale, infatti, sono stati realizzati parchi eolici per olte 600 MW presenti soprattutto nei comuni del Fortore.13
Con queste installazioni, il bacino eolico della provincia di Benevento ha raggiunto un livello di saturazione stimato nel 80% del proprio potenziale.
Risulta, pertanto, dalle stime effettuate, che il potenziale eolico della provincia, se pur soggetto attualmente ad un ampio sfruttamento, consente ancora dei piccoli margini di ulteriore impegno.

14Per gli impianti eolici esistenti, si sta operando e si opererà ancor più nei prossimi anni alla sostituzione dei pali tradizionali con quelli di tecnologia più avanzata, decisamente più produttiva e con miglior impatto ambientale.

Esistono altre tipologie di energia eolica: il mini-eolico generalmente inteso come dispositivi  con livelli di potenza non superiori a 200 kilowatt; tuttavia la normativa non è ancora chiara ed univoca e la potenza che definisce il minieolico varia a seconda delle diverse disposizioni delle normative regionali.
Il micro-eolico, turbine di piccolissima taglia destinate all’autoconsumo in ambito domestico.

 

L’Asea, insieme ad altri partners ha realizzato progetto Gp Wind per conciliare la produzione di energia eolica con le dinamiche ambientali e sociali nel loro complesso.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com